Novità

27.07.2018

Salute e medicina

Cambiano i tempi, Anziani e Badanti sono sempre più connessi e tecnologici

Da un sondaggio condotto dall’Osservatorio di Peranziani.it è emerso che su 500 anziani di età superiore ai 65 anni, in prevalenza donne (79%), la maggior parte di loro (87,21%) rivelano di cercare le informazioni di loro interesse sul web e addirittura il 72,09% dei rispondenti, usa ogni giorno Facebook, mentre il 54,65% utilizza abitualmente le mail (fonte: quifinanza.it)

Se confrontiamo questi dati con i dati di utilizzo delle nuove tecnologie da parte delle Badanti, notiamo che sono molto simili a quelli precedentemente indicati. Da questa analisi è facile capire come il ruolo e le mansioni degli assistenti agli anziani in questi anni sia cambiato progressivamente. Dimentichiamoci la figura della badante impegnata a giocare a carte con il proprio assistito, più facile vederli insieme a commentare post su Facebook o Instagram.

 

Premiamo la competenza a 360°

 

La Divisione Family Care di Openjobmetis conosce bene questi cambiamenti, basti pensare che nelle selezioni del personale rivolto alle assistenze domiciliari, alle solite domande di capacità a misurare la glicemia oppure di utilizzare un sollevatore, sono state aggiunte le domande di conoscenza telematiche e di robotica. Sempre più spesso, quando una famiglia indica il profilo della Badante richiesta per un suo caro, vengono richieste capacità nell’uso delle mail e di informatica di base. La Divisione Family Care, in risposta a queste esigenze, ha preparato un’applicazione che andrà a favorire e migliorare questo tipo di integrazione tra Assistito, Assistente e Caregiver.