Novità

07.02.2018

Normativa e adempimenti

Nuove tabelle retributive per colf & badanti

L’accordo sul CCNL lavoro domestico approvato il 18 gennaio 2018 è stato firmato dalle parti sindacali della categoria, FIDALDO, DOMINA per i datori di lavoro e FEDERCOLF, FILCAMS-CGIL, FISASCAT-CISL e UILTUCS. Le nuove tabelle retributive hanno effetto retroattivo, saranno applicate sugli stipendi spettanti dal 1° gennaio e sono state adattate sulla base della rivalutazione degli indici Istat di novembre 2017.

Le buste paga che stanno per essere consegnate a Colf e Badanti saranno leggermente più “salate” per le famiglie. Scatta infatti l’adeguamento delle retribuzioni per effetto dell’indice Istat, un aumento dello 0,64% che porterà ad alcuni lavoratori domestici oltre 5 euro in più al mese. Ad esempio, per chi assiste in convivenza persone non autosufficienti, lo stipendio salirà mensilmente di 6,18 euro lorde.

L'assistenza domiciliare è sempre più importante

Nell’occasione sono stati pubblicati alcuni dati riferiti all’anno 2016 su cui è interessante fare alcune valutazioni: per esempio risulta che il 52% delle badanti lavora per più di 30 ore settimanali mentre sono state dichiarate almeno 40 settimane lavorate per quasi la metà dei lavoratori. Se confrontiamo questi dati rispetto a quelli del 2007 vediamo che sono cresciute sia le percentuali di chi lavora più di 30 ore (erano il 38%) sia le settimane, a riprova del forte bisogno di assistenza. La retribuzione media è invece passata da 5.231 euro a 7.315 mentre i contributi totali versati dalle famiglie sono passati da 127 a 466 milioni di euro.

La Divisione Family Care di Openjobmetis abitualmente applica per i propri lavoratori il CCNL per il Lavoro Domestico, pertanto ha dovuto adeguare i parametri retributivi previsti dalle tabelle aggiornate, di conseguenza ha dovuto aggiornare anche i costi della somministrazione per tutte le famiglie beneficiarie dei servizi della Divisione.