Novità

19.06.2019

Normativa e adempimenti

Contributi colf badanti 2019: cosa ti serve sapere

Il 23 luglio è l’ultimo giorno per presentare la dichiarazione 730/2019 per coloro che si rivolgono al Caf, ad altro intermediario abilitato, oppure tramite il sito dell’Agenzia delle Entrate.

Cosa sono i contributi?
 

I contributi sono versamenti INPS previdenziali che il datore di lavoro ha versato nel corso dell’anno precedente per aver assunto alle sue dipendenze un addetto all’assistenza familiare o agli anziani. I contributi, versati dal datore di lavoro, sono calcolati in base:
 
  • Alla retribuzione effettiva oraria; 
  • Alla tredicesima mensilità calcolata in misura oraria; 
  • Al valore convenzionale, anch'esso ripartito in misura oraria, del vitto e dell'alloggio.
     
I contributi si versano per tutti i giorni comunque retribuiti, per tutte le ore effettivamente lavorate nel corso del trimestre e per quelle relative a periodi di assenza comunque retribuita. Il calcolo dei contributi dipende poi  anche dal tipo di contratto stipulato. 
 

Partita IVA o contratto?

Esiste un fenomeno in costante crescita, ovvero quello delle numerose cooperative che mandano delle Badanti a lavorare assumendole come "libere professioniste".  Le risorse devono sapere che essere assunte a partita IVA vuol dire non  avere nessun diritto, oltre al pagamento in autonomia dei contributi. La partita Iva non va bene per un lavoro continuativo come quello di assistente familiare, bensì la risorsa dovrà ricevere una busta paga regolare, una retribuzione consona al livello e al contratto di convivenza o ad ore stipulato. 
 

La formula di Family Care.

Con Openjobmetis S.p.A. tutto ciò è possibile e trasparente attraverso la Divisione Family Care, che applica tariffe vantaggiose per le famiglie che si rivolgono all’Agenzia, ovvero un costo mensile di euro 1.550 in caso di contratto in convivenza con un livello BS e di euro 1.650 nel caso di un contratto sempre in convivenza, inquadrato con un livello CS. Ai Clienti, ovvero alle famiglie, provvediamo a fornire mensilmente la fattura detraibile secondo le regole fiscali vigenti e la certificazione per i contributi deducibili; tali documenti dovranno essere presentati agli intermediari autorizzati per la compilazione della dichiarazione dei redditi annuale.
 

Gestione di tutte le pratiche amministrative

È infatti a carico della divisione Family Care la gestione di tutti gli aspetti contrattuali e burocratici legati all’assunzione dell’assistente domiciliare: inquadramento contrattuale, busta paga, permessi, ferie, malattie. Organizziamo così piani assistenziali anche a poche ore dalla richiesta. In caso di particolari urgenze (es dimissioni ospedaliere) il servizio può essere attivato entro 24 ore e con la sicurezza di essere seguiti non solo dal punto di vista sanitario ma anche da quello amministrativo.
 
Scopri l’agenzia Family Care più vicina a te.