Novità

17.01.2020

Attualità

Casa di riposo o badante: quale soluzione scegliere?

“Gentili Signori, sono al bivio di una decisione molto sofferta, che mi logora, ma oramai necessaria: mia madre di 89 anni ha sempre vissuto da sola e seppur con il mio aiuto è riuscita a gestire la casa e se stessa in modo adeguato fino a poco tempo fa. In seguito a una caduta e a sempre più frequenti episodi di disorientamento, ora non è più possibile continuare a farla stare sola. Stiamo valutando perciò, se inserirla in una RSA per garantirle un’assistenza anche medica continua o assumere un’assistente familiare che le permetta di stare nella sua abitazione.”
 
Questa è una delle tante email che arrivano in Family Care e che ben evidenziano la sofferenza e gli interrogativi che le famiglie si pongono per trovare la soluzione migliore per il proprio caro. 
Ascoltare i dubbi e le incertezze, accompagnare e suggerire la soluzione migliore per quella determinata famiglia e situazione, valutando insieme caso per caso, è ciò che i professionisti di Family Care fanno ogni giorno. 
Per prendere la migliore decisione possibile, è necessario considerare una varietà di fattori diversi, dalle risorse disponibili fino alla presenza di una rete di sostegno e al grado di non autosufficienza dell’anziano. 
Gestire il proprio familiare a casa o in una residenza protetta è una scelta individuale che parte dalla storia e dai bisogni dell’anziano e del nucleo familiare e per questo va sempre rispettata e accolta per fare sì che sia la scelta giusta.

 

Suggerimenti per aiutarti a scegliere

Questi suggerimenti possono aiutarti a sentirti più sicuro nel prendere una decisione:
 
  • Primo passo: determinare i bisogni del familiare.

​Prima di prendere qualsiasi decisione, è necessario capire le esigenze esatte del tuo familiare. Puoi iniziare facendo un elenco di tutto ciò di cui l’anziano necessita: compagnia, vigilanza, aiuto nelle gestione della casa, igiene, preparazione dei pasti, assistenza medica e così via. Questo ti permetterà di avere una chiara idea del livello di assistenza necessario. Oltre a capire i bisogni della persona da assistere, è importante capire la presenza e disponibilità dei familiari, ad esempio la lontananza dall’abitazione dell’anziano, i tempi e gli orari di lavoro.

  • Secondo passo: valutare i vantaggi e gli svantaggi di entrambe le scelte.
 

Analisi dei pro e contro delle due scelte

Sia la casa di riposo che i servizi di assistenza domiciliare offrono alcuni grandi benefici, ma entrambi hanno anche degli svantaggi, da valutare in base alla situazione specifica.
 
Assistenza Domiciliare
Pro: 
  • Consente alla persona di beneficiare di cure individuali che possono essere personalizzate per soddisfare le preferenze ed esigenze uniche.
  • L'anziano può rimanere nella propria casa il più possibile.
  • L'anziano, insieme ai familiari, ha l'opportunità di scegliere l’assistente familiare che si prenderà cura di lui.
  • L’anziano, che riceve assistenza da una sola persona, si sente più a proprio agio.
  • L’assistente familiare crea una relazione di fiducia con l’anziano e la sua famiglia.
  • L’anziano e la sua famiglia possono scegliere tra differenti tipologie di servizi di assistenza familiare: ad ore, in convivenza, notturna ecc..
  • L'assistenza domiciliare può essere più economica.
  • Esistono agevolazioni per ridurre i costi complessivi.
 
Contro:
  • Quando è richiesta assistenza 24 ore su 24, 7 giorni su 7, è necessario assumere due assistenti familiari e i costi possono essere elevati.
  • L’assistente familiare convivente necessita di uno spazio proprio.
  • L’assistente familiare ha diritto al giorno libero, ore di riposo e ferie che possono richiedere la presenza del familiare.  
  • La casa dell’anziano può non essere sicura e accessibile per ausili.
 
Casa di Riposo
Pro:
  • Garantisce un ambiente controllato.
  • Ha spazi adeguati per ausili, carrozzine, bagno assistito.
  • Vengono organizzate attività di socializzazione e riabilitazione.
  • Prevede personale medico oltre che assistenziale.
  • Propone alimentazione adeguata per patologie, ad esempio disfagia.
 
Contro:
  • Presenza di personale per più ospiti.
  • Organizzazione della giornata basata sulle esigenze organizzative della struttura.
  • Qualità dell'assistenza variabile tra strutture.
  • Disorientamento dell’anziano allontanato dal proprio ambiente familiare.
  • Costi più elevati.

 

Come Family Care può aiutarti

Decidere tra casa di riposo e assistenza domiciliare può davvero essere stressante, 
creare ansia e gran confusione, oltre all’aspetto emotivo e psicologico che porta la famiglia a provare senso di colpa e paure.  
Reperire informazioni, chiedere consigli, visitare strutture, valutare bisogni e risorse personali è necessario ma anche rivolgersi a personale competente e professionale è importante. 
Noi di Family Care siamo a disposizione per offrirti tutte le risposte di cui hai bisogno per trovare insieme l'opzione di cura perfetta per te e il tuo caro.